Topic: Caucaso 2013 report  (Read 1377 times)


Offline susty

  • Presidente
  • President
  • Arciduca del sito
  • *****
  • Posts: 1375
  • KTM 990R ADV
« on: 07 June 2013, 15:26:18 PM »
Soverato 16/05/2013    Sembrera' strano ,ma l'idea di questo viaggio e' uscita fuori da una battuta fatta ad Antonio renda durante il viaggio in Turchia di due anni fa......ti portero' a bere un te' con un azero sul mar caspio.Inoltre avevo sentito parlare in modo entusiastico di baku,capitale dell'Azerbajian,una citta' in pieno fermento,una spece di Dubai sul caspio.Il viaggio si e' reso ancora piu' desiderabile alla luce della faccenda dei visti.Compiliamo tutto,due foto,mandiamo a Roma affidandoci al cognato di Pietro......mai scelta fu piu' disgrazziata....il minchione....del cognato portera' all'ambasciata dei moduli firmati, ma non compilati,lasciati a posta cosi' nel caso ci fossero stati degli errori.Per fortuna alla fine mia cognata , santa subito,riuscira' in extremis a farci avere questi benedetti passaporti col visto....che purtroppo non servira' a nulla.     
Ed e' cosi' che comincia questo tour verso il caucaso e verso il mar caspio.Oggi abbiamo fatto da Soverato a Brindisi.vento fortissimo e pioggia sporchissima,le moto sono ridotte una porcheria gia a Falerna.Raggiungiamo Brindisivelocemente e come al solito ci fanno imbarcare per ultimi.Vabbe',il vantaggio sara' scendere per primi.Domani dovremmo arrivare ad Igoumenitsa prestissimo,alle 4.00 ...........meglio cosi',abbiamo tutta la strada fino ad Istanbul.E' bello vedere la faccia di Pietro.al primo viaggio motociclistico all'estero, anche se chi piu' chi meno e' partito stanco,ma come alsolito l'entusiasmo prendera' il sopravvento,speriamo al piu' presto.

Venerdi' 17 maggio   Stamattina sbarchiamo ad igoumenitsa alle 3.00 ora italiana,rincoglionitissimi....fa caldo,27 gradi nonostante l'orario,pero' appena cominciamo a salire verso l'interno la temperatura scende di 10 gradi......decisemente meglio.E comunque ci spariamo la Grecia di un fiato,e poi durante il pomeriggio cominciamo a soffrire le poche o meglio le nessun ore di sonno......attraversiamo velocemente il confine con la Turchia e ci ritroviamo ,a 40 km dall'arrivo , nella bolgia infernale del traffico di Istanbul......neanche il raccordo anulare nell'ora di punta con gente incazzatissima che cerca di farti fuori.....resa l'idea.Alla fine ci sistemiamo a gebze, hotel Turkuase,sistemazione decorosa e finiamo a cenare con un gustoso kebab.......1000 km quasi tutti insieme......siamo ancora all'inizio della Turchia.

Sabato 18 maggio   Oggi un'altra tappa di trasferimento da gebze a Samsun sul mar nero....all'inizio traffico e caldo,abbastanza noioso , fino ma quando non abbiamo lasciato l'autostrada,la strada si e' mantenuta abbastanza scorrevole ed anche relativamente veloce,limiti e telelaser permettendo.Poi sale man mano che si va valicare le montagne a ridosso della costa.....la strada e' bellissima,asfalto spettacolare, idem per le curve,in alcuni punti sembrano tornanti a doppia corsia...Poi ci fermiamo a mangiare un boccone e perdiamo un po' di tempo con la catena di trasmissione del varadero....morira' ad Ankara sulla strada del ritorno....Inoltre la forza taurina di Pietro apre letteralmente la chiave per svitare il mozzo posterioree ci vede costretti a trovare una stazione di servizio per tendere la catena....Sistemato questo ripartiamo e dulcis in fundo un bel temporale che ci costringe ad una sosta forzata per una buiona mezz'ora.....il tempo migliora....e naturalmente una giornata cosi' nojn poteva non concludersi con una bella multa per eccesso di veloita' che io col mio andamento lento mi evito....Arriviamo a Samsun dove troviato posto in un albergo sufficente,hotel kuloglu......accontentiamo Pietro,stasera mac donald...

Domenica 19 Con la tappa di oggi abbiamo chiuso il lungo trasferimento in terra turca.la costa sul mar nero non mi ha entusiasmato la scorsa volta ed ora ancora di piu',per niente interessante,e strada noiosa.nel tardo pomeriggio arriviamo al confine georgianodi Sarpi.Una graziosa doganiera bionda ci fa le domande di rito:che fate chi siete dove andat ...in un quarto d'ora siamo in georgia.Cambiamo 100 euro in lari:la vita sembra a buon mercato,la benzia 1 euro al lt ,per mangiare 10 € ,e non poco e per dormire 35con parcheggio e prima colazione.Batumi e' una citta bella,con infrastrutture moderne che contrastano con palazzi risalenti al blocco sovietico.la sera poi tour notturno grazie alla sorella di Maka,cameriera georgiana che vive a Roccella jonica amica del segretario........disponibilita' straordinaria,se non fosse stato per la lingua...

lunedi 20 maggio Oggi cominciamo a fare i turisti.Partiamo da Batumi,ci facciamo un giretto per la cittacon le motoper vedere di giorno quello che avevamo visto la notte prima.Poi prendiamo la famigerata strada per Akalsikie.....famigerata lo capiremo dopo un po'.In effetti studiando il percorso su google map non la dava,o meglio la traccia fino ad un punto e poi scomparee capiremo perche'.....L'inizio e' molto bello, la strada si torce sul lato di una gola lunga un centinaio di km attraversando villaggi ed incontrando mucche in ogni punto ed mogni dove,cosa che rende veramente stressante la guidafino a quando la strada finisce....esatto,scompare per lasciare il posto ad uno sterrato di almeno 50 km.praticamente la devono terminaree chissa' quando e non voglio immaginare cosa deve essere con al pioggiao d'inverno.....per noi e le motoe' stato uno stress interminabile,per fare 147 km abbiamo impiegato circa sei oree pure dei guadi.la cosa piu' bella e' stata il valico a 2050 mt con neve ai bordi della strada.Comunque dal punto di vista paesaggistico non si puo dire niente,solo che l'rt non e' proprio adatta.......tra qualche migliaio di km vedremo i cuscinetti.Arrivati as Akalsikie andiamo a visitare il monastero di Sapara, ed anche gli altri 8 km di sterrato,ma ne e' valsa la pena. I frati ci fanno fare delle fotosenza flash.D'inverno vivranno in completo isolamento......e' tardi...una tirata ed in serata siamo all'hotel orion a Tbilisi....   
« Last Edit: 14 June 2013, 14:01:18 PM by king »

Offline susty

  • Presidente
  • President
  • Arciduca del sito
  • *****
  • Posts: 1375
  • KTM 990R ADV
« Reply #1 on: 07 June 2013, 15:45:49 PM »
Martedi 21   Oggi in giro per la citta'.la posizione dell'hotel e' ottima,in un quarto d'ora siamo in centro.Ammiriamo molti bei palazzi e qualche chiesa ed in particolare il quartiere vecchiodove si vedono forti i contrasti tra la citta vera e lo sviluppo moderno che sta avendo la citta'.dall'alto ai piedi della statua rappresentante la madre georgia si ammira tutta la citta',ma ancora piu' bella e' la vista dalla ruota panoramica che raggiungiamo con uno pseudotaxi a dir poco sgangherato.Continuiamo a girare per tutto il giorno per concludere la serata con una bella cena georgiana.                                                                                                                                                                 

Mercoledi 22  Abbiamo cambiato programma,ed invece di salire a kazbegi decidiamo di andare a visitare il monastero di David garejia e mastiketa.sapevo che trovare la strada per david garejia sarebbe stato complicato.....questo sito si trova in un posto spettacolare vicino al confine con l'azerbjiane non e' facile trovarlo perche' non indicato.Con le mappe ed il navigatore riusciamo a trovare la strada,e naturalmente l'ennesimo sterrato.Non e' terribile ed il paesaggio come detto e' bellissimo,accompagnato da una giornata di sole.Costeggiamo il confine con l'Azerbajiane ci danno le indicazioni giuste dei militari....siamo nel pieno di una esercitazione militae.Ci fanno transitare fermandoci a volte,simulano lo sminamento della strada o il, recupero dei feriti.Pero' succede quello che in un viaggio uno si augurerebbe non dovesse mai succedere.Mentre percorriamo la strada che si mantiene sempre pianeggiante,ad un certo punto sale repentinamente.A causa del non utilizzo il tratto in salita e' percorso da solchi molto profoni ed un discreto dislivello ai lati.Walter che era il primo imbocca il crinale sbagòliato e blocandosi nel peggio.....si sbilancia e cade sul lato destro io che mi ero fermato prima a farre delle foto vedo la moto di Walter sdraiata sul lato destro con le ruote all'aria e Walter aterra...E' dolorante e cercando di aiutarlo ad alzarsi ha forti dolori ad una gamba ed al fianco.......per fortuna....dopo un bel quarto d'ora di schianto si comincia a riprendere.....naturalmente questo ha provato lui e tutti noi psicologicamente...e' stato questo che non c'ha fatto piu' sopportare le coglionetta di wu.....ma giustamente a casa non lo sapeva nessuno....Ci riprendiamo e ricominciamo la strada per david garrejia,in effetti la cosa migliore dopo essere caduti da cavallo e risalirci subito...Arrivati al monastero .........e' molto bello,hanno sfruttato una serie di caverne naturali costruendoci attorno iol monastero.Scopriamo pure che c'e' pure un'altra strada per ritornare a Tbilisi,asfaltata...piu' o meno ,ma piu' confirtevole....ultima sera ...domani baku...

Giovedi 23   Siamo partiti eccitatissimi,gia' ci vedavamo la sera a Baku a sorseggiare qualcosa sul Caspio... ma non sempre tutte le ciambelle escono col bucoArriviamo al confine ed usciamo agevolmente dalla Georgia .Fa molto caldo,Davide e' il primo che si avvicina all'addetto azero.Gesticola e mi chiede di avvicinarmi,parla solo inglese.Mi domanda:dove siete diretti?a Baku rispondo io,e poi? in Iran o Russia? ed io magari.No poi ritorniamo in georgia.No non puoi entrare,il visto e' un visto di transito,significa che si puo' entrare da una parte ed uscire dall'altra avendo solo 72 ore.Rimango come un "cacchio"ne,ci guardiamo l'uno con l'altro,per farmi capire bene mi fa un disegno.telefoniamo all'ambasciata italianaa Baku che ci sconsilghia di forzare la situazione...telefoniamo a quella azera a Tbikisiche riuscirebbe a farci avere il visto in non meno di 15 gg.A questo punto invece di rischiare di entrare in un paese da cui non saremmo riusciti ad uscire se non smazzettando a destra e sinistra decidiamo di non perdere tempo e ci dirigiamo verso l'Armenia.Entriamo velocemente e stipuliamo un'assicurazione ,13€.Puntiamo su yerevan.Appena entrati nel paese ci fermiamo con Pietro a fare delle foto ad un cartello e si ferma una volante della polizia...vogliono solo farsi delle foto con le moto e noi costringiamo loro a farsi le foto con noi.Un abbraccio ed un saluto...welcome in armenia.Lastrada e' bellissimdal punto di vista paesaggistico,ma e' in pessime condizioni,successioni di buche da far paura,al punto che il varadero slabbra il cerchio ant.Comunque la gomma tierne la pressione.facciamo un bel valico a 2200 mt con te,mperatura di poco superiore ai 10 gradi.Arriviamo a yerevan ed impiegheremo ben 4 ore per trovare uba sistemazione.....un boccone e a nanna.
       
venerdi 24    oggi ci alziamo tardi,siamo stanchi e con colta calma ci dedichiamo alla visita della citta'.La posizione centrale dell'hotel ci aiuta,visitiamo le famose distillerie Ararat...oggi,con mente piu' rilassata la citta' sembra piu' carina rispetto a ieri sera...

sabato 25   oggi facciamo i turisti con la moto.Abbiamo deciso di tenere come base yerevan e di spostarci con le moto scariche.Ci dirigiamo verso il monastero di Kor Virap.Si trova sul confine con la Turchia e ha come sfondo il monte Ararat.Molto bello, ma molta gente ,soprattutto scolaresche in visita.Qui e' stato imprigionato San Gregorio in un pozzo profondo dove e' stato chiuso per ben 7 anni. Poi ci siamo diretti verso il monastero di noravank .La strada e' bellissima,sale lungo una gola profonda e scollina dopo delle curve raccordate gustose.Dopo aver scollinato arriviamo in una zona dedicata alla vinicultura,per strada banchettini con venditori di vino sfuso in bottiglie di plastica dall'igiene dubbia.....Trociamo la freccia con l'indicazione per Noravank.La strada si infila in una profonda spaccatura,molto stretta che dopo poco fa apparire il monasterio in tutta la sua bellezza.Dopo le foto decidiamo di mangiare qualcosa...un po' di relax e ripartiamo per rientrare a yerevan.costeggiamo il lago di Sevan....il tempo peggiora,vento e freddo...

Domenica 26    Oggi si comincia a tornare a casa;partiamo da Yerevan verso il monastero di Gherard,molto simile agli altri,ma con una location che vale la pena.C'e' molta gente,oggi e' domenica ed anche questo posto e' molto venerato.Compriamo anche un pane ad una bancarella...scopriremo poi che e' un dolce buonissimo pieno di noci.Dopo la visita ci mettiamo in moto e puntiamo verso la Georgia.Come al solito mi attardo e vengo fermato da una volante della polizia; mi appresto a rogliermi i guanti per prendere i documenti,ma il poliziotto vuole solo augurarmi un benvenuto in Armenia.La strada non e' bella,un po' dissestata,e attraversiamo il confine con la Georgia puntando verso Akhalakie,dove google map mi riporta un transito per la Turchia.Purtroppo c'e' un chek-in con dei militari che ci informano che non c'e' la strada....dobbiamo puntare su Akalsikie,facciamo una strada bellissima,con un ottimo asfalto,mucche a parte,e con delle belle rovine a fare da contorno.Arriviamo tardi al confine con la Turchia,lo attraversiamo lo stesso e ci troviamo col buio a percorrere la strada per Kars in pieno Kurdistan.Le varie caserme fanno capire un po' la situazione.la strada e' a circa 2000 metri e ci sono 5 gradi.Arriviamo ad Ardahan,troviamo l'albergo ed un kebab caldo.....dopo 14 ore di moto ci puo' stare....bentornati in Turchia....

lunedi 27 maggio   Partiamo tardi,siamo un po' stanchini,la giornata e' bellissima,la strada fantastica,caanyon intervallati da pianure a perdita d'occhio.....Arriviamo a Sivas in serata....ceniamo con una pessima pizza...

martedi 28    Partenza da Sivas ad Ankara,la strada e' bella e cerchiamo di mantenere un buon ritmo...gli ultimi giorni siamo sempre partiti tardi ed arrivati col buio.....Oggi invece siamo partiti bene ,ma la catena del varadero ci attarda....ormai e' arrivata e speriamo di trovare qualcosa ad Ankara.davide becca un'altra multa per eccesso di velocita' ,ben 11 km orari in piu'.....Walter e Pietro vanno avanti mentre io mi fermo con Davide.ripartiamo dopo circa 20 minuti ma probabilmente gli altri sono riusciti a mantenere un npasso molto costante...riusciremo a beccarli dopo qualche ora.nel frattempo ci ferma la polizia chiedendoci un po' di cose sulviaggio,e il poliziotto e' un motociclista,ha un honda varadero...avrebbe fatto la felicita' di Pietro.
Ci offre un caffe'... foto di rito e via,riprendiamo la strada....Arrivati ad Ankara ci dirigiamo verso un officina honda,purtroppo honda hauto ,non moto,ma li' vicino c'e' una concessionaria moto... sara' la nostra salvezza.Si prende in carico la moto di Pietro risolvendo il problema alla catena e ci trova un hotel in ottima posizione... questa sera cena di pesce per me e davide,eravamo entrati convinti di mangiare un kebab,Pietro e Walter burger king...

mercoledi 29  Oggi in giro per Ankara.Non mi piace , citta' moderna,palazzoni ,traffico .....ci dirigiamo verso l'unica cosa che merita un'occhiata.la cittadella.Ci facciamo una bella scarpinata e ci perdiamo in un dedalo di viuzze della citta vecchia....niente di che,ma una volta che c'eravamo......nel pomeriggio rientriamo in hotel per riposarci e ceniamo li' vicino.....

giovedi 30    Ci spariamo velocemente i 480 km che ci separano da istanbul...la giornata e' calda ,ce ne accorgiamo non solo noi ma soprattutto le nostre bmw...temperature alle stelle che ci costringono a fermarci per fare respirare i motori....un tizio con uno scooter ci porta ad un hotel a sultanamet...in pieno centro,hotel and.....ci sistemiamo e ci facciamo un giretto e poi cena turca,ottima...

venerdi 31 Oggi in giro per Istanbula vedere qualche cosa che ci era sfuggita negli altri viaggi.la mattina abbiamo fatto un po' di regali al gran bazar,poi walter e Pietro sono andati a vedere l'Aiasofia e le cisterne romane ,mentre io e davide siamo andati al bazar delle spezie.Se odiate le spezie e gli odori pungenti evitatelo,e' una tempesta olfattiva per il vostro naso....usciti da li', a parte che tutt'attorno e' un brulicare di negozi di qualsiasi cosa ,visitiamo la moschea nuova,per modo di dire,ha 400 anni.usciti da li' vediamo dei traghetti che fanno il giro del bosforo,ne sta partendo uno...saltiamo al volo e ce ne andiamo in giro per un'ora...piu' che altro una buona idea per rilassarsi.Al ritorno rientriamo in hotel perdendoci per delle viuzze attorno al gran bazar....spremuta di melograno con foto delle tipe...riposino e cena turca.....domani si va a Meteora...

sabato 1 giugno   Partiamo presto da istanbul terrorizzati dal traffico.Riusciamo ad uscire senza problemi,forse perche' e' sabato o forse perche' e' presto.....usciamo dalla Turchia ed entriamo in Grecia.....nel pomeriggio siamo a kalambaka,citta' di riferimento per vedere i monasteri.Hotel economico,35 € per due e cena greca con mussaka e suvlaki...

domenica 2   svegliati dalla pioggia,poi il tempo migliora rapidamente e con molta calma andiamo a visitare i monasteri.A meteora ci sono 6 monasteri visitabili,ma ce ne consigliano 3.Ci sono molti turisti,greci soprattutto.la strada compoie un anello di 12 chilometri che si apre e chiude a kalambaka.i monasteri si ergono maestosi su queste formazioni rocciose frutto dell'erosione degli agenti atmoserici nell'arco di milioni di anni.I primi insediamenti eran di asceti che si rifugiavano in grotte lungo le pareti,poi sono stati costruiti i monastri in posti tali da renderli al sicuro dall'attaco dei Turchi.I turisti sono molt maleducati,rumorosi e la cosa piu' grave e' che sono proprio i greci a fare casino.......pranziamo e ci facciamo gli ultimi 190 km che ci separano da igoumenitsa.....si torna a casa....al porto di igoumenitsa facciamo fuori parte della razione K: suppressata e pane e della feta ,giusto per non aver nostalgia della grecia.Ci imbarchiamo alle 01.00 e non avendo cabina mandiamo il sergente Screnci a risolvere la questione.Ci trovano una cabina e riusciamo a riposare.....alle 9 passate siamo i italia....alle 14.30 arriviamo a Soverato...

ora qualche considerazione personale...
E' vero che si era parlato tanto di questo viaggio con meta baku e l'Azerbajian... ma una serie di eventi,la storia dei visti,la caduta di Walter,la catena di Pietro,le normali tensioni e la coglionetta soveratese con conseguente silenzio stampa hanno realizzato la, diciamo, colonna sonora ad un tour per assurdo noioso,nel caso tutto fosse filato liscio. E' stato un bel viaggio,un grande viaggio.i posti piu belli di quello che pensavo e la gente ancora di piu'.Sono partito col presentimento che questo viaggio fosse stato segnato da qualcosa,ed ancora adesso ,stupidamente ,lo credo...ma questo mi ha condizionato,e forse non solo a me... E' stato un viaggio di confronto con la gente del posto,piu' degli altri anni... mi rimarranno negli occhi le facce dei georgiani che abitano i villaggi di montagna tra batumi ed Akalsiki,increduli al passaggio delle nostre moto piu' che di noi....i bimbi che non vedevano l'ora di salire sulle moto per farsi fare le foto dai loro genitori,le belle donne di Tbilisi , e la cordialita' della polizia armena.....la faccia di davide nelle sue istantanee da tapatalk davanti ad ogni monastero... Claudio docet...e forest gump Pietro,che ogni cosa che si vedeva doveva essere raggiunta... la conferma di Walter ,che e' il piu' grande di tutti ,in tutti i sensi,chissa come avrebbe reagito un altro al suo posto ... il non aver litigato ,o quasi,ad alta voce con nessuno... e la contentezza di Walter appena arrivati allo svincolo di Soverato mi ha fatto capire ch comunque sia tutto e' andato bene... Ho un solo rammarico... aver lasciato un azero da solo a bere un chai sul caspio e non aver potuto onorare l'appuntamento con lui e con il suo te...
grazie leoni
« Last Edit: 14 June 2013, 13:59:19 PM by king »

Offline Pietro

  • Direttivo
  • Granduca del sito
  • *****
  • Posts: 2422
  • XLVaradero1000 - Dominator 650 - XT 600 - GW 1500
« Reply #2 on: 07 June 2013, 21:48:17 PM »
Aggiungerei che anche mia sorella ha fatto la sua parte per i visti
Beato fra le perle!
Honda! Mica bau bau micio micio

Offline donnie

  • Mc Leoni di Calabria
  • Arciduca del sito
  • ****
  • Posts: 1038
  • KTM 990 Adventure R
« Reply #3 on: 09 June 2013, 09:10:01 AM »
Rispetto

Offline Pietro

  • Direttivo
  • Granduca del sito
  • *****
  • Posts: 2422
  • XLVaradero1000 - Dominator 650 - XT 600 - GW 1500
« Reply #4 on: 12 June 2013, 13:48:16 PM »
A quando le prossime puntate? :1laugh:
Beato fra le perle!
Honda! Mica bau bau micio micio

Offline panda

  • Direttivo
  • Granduca del sito
  • *****
  • Posts: 3178
« Reply #5 on: 13 June 2013, 15:39:39 PM »
Bel racconto!!
MEGLIO UN ROIANO OGGI CHE UN PIRUNE DOMANI !!

Offline Pietro

  • Direttivo
  • Granduca del sito
  • *****
  • Posts: 2422
  • XLVaradero1000 - Dominator 650 - XT 600 - GW 1500
« Reply #6 on: 13 June 2013, 21:02:02 PM »
La cosa più bella per me è dire: ... Io e la Mia Perla Nera c'eravamo!!!  :1cheesy: :1cheesy: :1cheesy:
Beato fra le perle!
Honda! Mica bau bau micio micio

Offline susty

  • Presidente
  • President
  • Arciduca del sito
  • *****
  • Posts: 1375
  • KTM 990R ADV
« Reply #7 on: 14 June 2013, 10:40:37 AM »
Hai rovinato tutto  :1evil:

Offline Black Arrow

  • Mc Leoni di Calabria
  • Baronetto del Sito
  • *
  • Posts: 127
  • Viaggiare in moto
  • Moto: Honda VFR 1200 XD CrossTourer L.E. DTC
« Reply #8 on: 14 June 2013, 17:27:50 PM »
Grazie al Presidente...ma un grosso grazie all'amico Pietro (Susty) per quest'altra avventura e spero in altre. Grazie al grande navigatore Eolo (che si fa portare dal vento e ogni tanto ne combina una). E come dimenticarsi del mio compagno di camera.....(Ciop o Perla Nera) mi è stato così vicino.....(non fraintendete) sia per l'aiuto morale che materiale (per girare o incavallettare la moto, visto il problema dello strappo al retro coscia). GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!
La CrossTourer-L.E. DTC
NFN

Offline Pietro

  • Direttivo
  • Granduca del sito
  • *****
  • Posts: 2422
  • XLVaradero1000 - Dominator 650 - XT 600 - GW 1500
« Reply #9 on: 14 June 2013, 19:22:58 PM »
O non capisco io o non hai capito tu, comunque se vuoi puoi cancellare sia questo che l'altropost, visto che ho rovinato tutto, i commenti li farò dal vivo
Beato fra le perle!
Honda! Mica bau bau micio micio

Offline susty

  • Presidente
  • President
  • Arciduca del sito
  • *****
  • Posts: 1375
  • KTM 990R ADV
« Reply #10 on: 14 June 2013, 22:43:12 PM »
Mi riferivo alla perla nera  :1grin:

Offline Eolo

  • Direttivo
  • Granduca del sito
  • *****
  • Posts: 2237
  • BMW R1200GS ADV LC My 2017
  • Moto: BMW R1200GS ADV LC
  • Motoclub: Leoni di Calabria
« Reply #11 on: 15 June 2013, 02:07:19 AM »
I leoni....gente unica e meravigliosa nonostante aver rotto i gabbasisi continuamente!  :1shocked:  :1evil: :1rolleyes: :1cool:
SI ERES MOTOCICLISTA QUE DIOS TE BENDIGA
SI NO LO ERES QUE DIOS TE PERDONE

Offline Praga

  • Direttivo
  • Arciduca del sito
  • ****
  • Posts: 1179
  • Moto: Gs f800 - R1200RT
  • Motoclub: Leoni di Calabria, ovviamente
« Reply #12 on: 15 June 2013, 12:56:50 PM »
Ottimo report, dà il senso di tutto il viaggio con molto realismo, quasi quasi... sembra di essere stati con voi, ma solo quasi quasi, purtroppo  :1cry: nel senso che sarebbe stato molto meglio esserci veramente! e comunque le RT... sono sempre se le RT! Realy unstoppable, altro che...
Mi dispiace per la perla nera e per quella ex d'argento  :1laugh:  :1wink:
Saluti da Praga